I 3 migliori esercizi di stretching per lavori da scrivania


Stretching da scrivania

La moderna giornata di lavoro ha una durata media di otto ore, delle quali gran parte viene ancora principalmente svolta ad una scrivania. Il che significa che stiamo troppo seduti, con conseguenti rischi quali aumento della pressione sanguigna, glicemia alta, eccesso di grasso corporeo e livelli anormali di colesterolo. Non ci vuole molto per rendersi conto che questi problemi possono influire sulla produttività quotidiana, ma a lungo termine anche sul generale stato di salute, traducendosi in più giorni lontano dall'ufficio a causa di malattie e problemi medici.

Pause regolari e piccoli movimenti sono positivi sia per la nostra salute che per la produttività, in quanto possono aiutare la creatività e quindi migliorare il rendimento.

Collo, schiena, braccia e gambe sono le quattro parti del nostro corpo su cui intervenire con semplici esercizi, per i quali non servono materassini e tute da ginnastica. Ecco i più utili.

1. Rimuovi la tensione dal collo

  • Seduto, schiena dritta e ben poggiata allo schienale, braccia e spalle rilassate, mani poggiate sulle ginocchia. Inspira e poi, espirando molto lentamente piega la testa in avanti verso lo sterno, facendo molta attenzione a non piegare anche la schiena. Torna sempre con molta lentezza alla posizione iniziale, stando attento a non buttare la testa troppo indietro. L’esercizio si svolge di nuovo da seduto. Sentirai sciogliere la tensione nella zona cervicale e dorsale.Ripeti per 10 volte.

  • Seduto, schiena dritta e ben poggiata allo schienale, anche per quest'esercizio tieni braccia e spalle rilassate e le mani sulle ginocchia. Inspira ed espirando inclina lentamente la testa prima a destra e poi a sinistra. Fai una sosta di un paio di secondi e ripeti 10 volte.

  • Mantenendo la posizione invariata, inspira ed espirando ruota lentamente la testa prima a destra e poi a sinistra. Ripeti 10 volte.

  • Seduto dritto sulla schiena, porta la mano destra in alto e poi sull’orecchio sinistro, premendo dolcemente il collo e la testa verso destra. Mantieni la posizione per 10 secondi e poi esegui lo stesso movimento ponendo la mano sinistra sull’orecchio destro. Ti accorgerai subito degli effetti distensivi sulla zona del collo e della cervicale

2. Sciogli la schiena

  • Seduto sulla tua sedia, piega il busto sulle gambe. Allunga le braccia verso terra fino a toccare i piedi. A questo punto puoi scegliere due opzioni, una più leggera e una più intensa. Nel primo caso è sufficiente mantenere la posizione per 20 secondi e lasciare che i muscoli lombari si allunghino gradualmente. Nel secondo puoi afferrare le caviglie e tirare con le braccia per flettere ulteriormente il tronco. Lo stretching sarà più efficace e coinvolgerà anche la zona dei bicipiti femorali. Torna alla posizione iniziale con estrema lentezza, poi ripeti l'esercizio 4 volte.

  • Seduto, busto eretto, mani dietro la nuca, apri i gomiti cercando di avvicinare le scapole il più possibile. Rimani in posizione alcuni secondi e ripeti l'esercizio 4 volte.

  • Sempre seduto, busto eretto e ben poggiato allo schienale, mani ai fianchi e piedi a terra. Inspira e poi, espirando, torci il busto verso destra, torna in posizione, inspira ed espira torcendo il busto verso sinistra, poi torna nuovamente al centro. Ripeti l'esercizio 10 volte per lato.

3. Ammorbidisci spalle e braccia

  • Posiziona il braccio destro sulla spalla sinistra e il braccio sinistro sulla spalla destra, proprio come per abbracciarti. Mantieni la posizione per 10 secondi, inspirando ed espirando per rilassare le tensioni accumulate nelle spalle e nelle braccia. Ripeti invertendo l'incrocio.

  • Sempre seduto, solleva le braccia tenendole parallele. Inspira e tendile verso l’alto, come se volessi afferrare qualcosa che non riesci a raggiungere. Cerca di allungarti il più possibile senza sollevare il sedere o i piedi. Conta fino a dieci e poi, mentre espiri, lasciale cadere lentamente lungo il busto. Aspetta un paio di secondi e ripeti l’esercizio.

  • Seduto con la schiena dritta, alza le braccia in alto, tienile tese e unisci le mani. Mantieni la schiena ben tesa e resta in questa posizione per qualche secondo, ispirando e espirando lentamente. Abbassa quindi le braccia molto gradualmente.

4. Prenditi cura delle tue gambe

  • Evita di stare seduto a gambe incrociate tutto il giorno per non attorcigliare la schiena e mettere pressione sul bacino.

  • Seduto sulla sedia con il busto ben eretto, fletti la gamba sinistra e portala al petto, aiutandoti con le mani, quindi espira. Ripeti l'esercizio con l'altra gamba. Fallo due volte per ogni gamba, espirando ogni volta.

  • Seduto, busto dritto e ben poggiato sullo schienale della sedia, piedi a terra. Reggiti con le mani ai bordi laterali del sedile, inspira e poi, espirando, solleva le gambe e avvicinale al torace il più possibile. Sollevale dieci volte inspirando ed espirando. Ripeti l'esercizio due volte.

  • Rimani sulla sedia e distendi in avanti le gambe, tenendole dritte, con i piedi uniti. Solleva i piedi più in alto possibile. Fletti i piedi mantenendo le gambe dritte e tienile sollevate per tutto il tempo. Ripeti 15 volte, possibilmente senza riposarti.

  • Mantieni la posizione seduta e porta una caviglia sopra il ginocchio dell’altra gamba. Piegati delicatamente in avanti e assapora l’effetto: avvertirai chiaramente un senso di distensione dei muscoli nella zona dei glutei e dei fianchi


La ginnastica in ufficio può far sorridere qualche collega, ma è un'attività essenziale per mantenersi in salute quando si svolge un lavoro sedentario, che ci costringe a mantenere per tutto il giorno una posizione innaturale per il corpo. Provate, il rilassamento muscolare è tra gli effetti immediati e, col tempo, noterete anche una maggiore elasticità.


 

8 visualizzazioni

CONTATTI

+39 349 7573700

+39 351 8750244

             avwellnessdelivery@gmail.com

      avwellnessdelivery@pec.it

Agostino Vailati   P.IVA 07320430965  "Disciplinato ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n.4 (G.U. 26 gennaio 2013, n. 22)

Stefania Antonini P.IVA 10704350965  "Disciplinato ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n.4 (G.U. 26 gennaio 2013, n. 22)